Smartphone e consumismo, una truffa di dimensioni globali – Vlog

Smartphone e consumismo, una truffa di dimensioni globali – Vlog


Acquistare uno smartphone sembra ormai un’operazione normalissima di milioni di utenti nel mondo e tale acquisto viene spesso ripetuto nel giro di pochi mesi.

Perché compriamo continuamente smartphone nel giro di breve tempo? Perché non siamo mai realmente soddisfatti?

Domande retoriche alle quali però bisogna dare una risposta concreta e precisa, ma soprattutto senza peli sulla lingua.

Ne parlai circa due anni fa in un precedente articolo a questo link.

Dan Nelson – unssplash.com/@danny144

Smartphone, quando il consumatore è anche vittima

Ebbene sì, il consumatore è una vittima molto spesso ignara che la questione si estende su molteplici fronti.

Un pratico esempio di cui si è vittima? Ecco i punti principali:

  • Alti costi per un dispositivo che sarà obsoleto nel giro di poco tempo,
  • Sistema operativo poco sicuro e con evidenti falle causate anche da alcune app di terze parti,
  • Aziende e governi che non rispettano la nostra privacy nonostante quest’ultima dovrebbe essere invece garantita dall’articolo 8 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo del 1950 (CEDU) e dall’articolo 16 del TFUE (Trattato sul funzionamento dell’Unione europea), e costituisce un diritto fondamentale dell’individuo, appartiene alle sole persone fisiche e in genere alle persone viventi, ed è un diritto autonomo rispetto al più generale diritto alla riservatezza (privacy). (Fonte)
  • Non è possibile accedere facilmente al dispositivo anche solo per cambiare la batteria ed è un’operazione relegata ai soliti tecnici abilitati,
  • Non è possibile scegliere come vogliamo il nostro dispositivo ideale e in base alle nostre esigenze,
  • Periodicamente propongono la stessa tecnologia in termini di processori e aumentano a malapena la memoria la memoria ram, memoria interna e qualche Megapixel in più alle fotocamere ma il dispositivo non è comunque in grado di gestire appieno i sensori fotografici, quindi altra truffa sul fronte delle fotocamere,
  • Questo e tantissimo altro ancora… (lascio che siate voi a commentare sotto all’articolo o suoi social)

Nel video qui sopra ne ho parlato in maniera abbastanza esauriente, in ogni caso cercherò di approfondire l’argomento non solo in questo articolo ma anche successivamente.

Inoltre perfino il sequestro di un dispositivo mobile è una faccenda molto delicata a causa della violazione della privacy e vi rimando a questo articolo per approfondire.

Dovrete comunque ammettere che si necessita invece di un dispositivo tutto nuovo e con una concezione assai diversa dai dispositivi attuali che sono studiati solo per far spendere soldi al cliente/vittima.

Senza contare che usano materiale altamente inquinanti e i dispositivi attuali si surriscaldano fin troppo facilmente a causa delle molteplici app in esecuzione in background.

Smartphone Unihertz Titan

Nel Vlog avevo menzionato un modello che si potesse avvicinare alle mie preferenze, tipo “stile BlackBerry” che ho sempre amato, ovvero l’Unihertz Titan, acquistabile non solo su Amazon ma anche su AliExpress e Banggood.

Come dovrebbe essere il dispositivo ideale?

La struttura del Grafene.

Non è solo una bella domanda ma lo smartphone o dispositivo ideale deve avere legittimamente caratteristiche di tutto rispetto, a cominciare dal livello tecnologico che dovrebbe essere evidente.

Cominciamo dal materiale… il Grafene! Sono già in arrivo le batterie basate sul grafene, questo super-materiale infatti ha proprietà eccezionali.

Parliamo di una struttura molecolare 200 più forte dell’acciaio ed è uno dei migliori conduttori elettrici in natura.

Oltre alle proprietà elettroniche ha grandi proprietà ottiche, termiche e meccaniche, infatti nel caso venisse impiegato nel campo dei processori per computer e dispositivi elettronici si andrebbe ad abbattere oltre il 90% dei problemi legati al surriscaldamento di cui purtroppo il silicio è tristemente famoso.

In altre parole l’impiego del grafene ci farebbe fare letteralmente il salto quantico sotto ogni punto di vista.

Io ho già in mente ciò che voglio da un potenziale dispositivo personale, vi elenco soltanto alcune caratteristiche che ho in mente mantenendo comunque la scelta sui componenti rimovibili e sostituibili a piacimento:

  • Processore in grafene,
  • Batteria in grafene ad alta capacità (almeno 10.000 o 15.000 mAh),
  • Scocca corazzata con standard militare IP68/IP69K e MIL-STD-810G,
  • Memoria ram di almeno 8 GB e memoria interna gestibile comodamente con MicroSD anziché saldata a priori (almeno 128 o 256 GB minimo),
  • Schermo in altissima definizione (almeno 6 pollici),
  • Tastiera fisica da integrare sotto al display o in un pannello a scomparsa,
  • Fotocamere potenziabili a propria discrezione (anche orientabili), magari che potessero integrare termografia e infrarossi (per la visione notturna),
  • Possibilità di utilizzare il proprio dispositivo e sistema operativo sia a livello mobile che a livello desktop collegando un’apposita docking (esistono già alcuni esemplari che fanno questo),
  • Un nuovo sistema operativo interamente criptato e dedicato a questo progetto, che sia ovviamente Open Source, basato su kernel Linux ma che abbia caratteristiche di ottimizzazione elevata delle risorse e dei processi in background (quest’ultimo è il tallone d’Achille dei sistemi Android) e che integri diversi software di sicurezza, senza contare che si devono integrare anche dei controlli di qualità non solo del sistema ma dei software che verranno installati. Questo per evitare che le solite aziende terze o governi possano ficcare il naso inserendo codice o app dannosi per il nostro sistema o per la nostra privacy,
  • Ricarica rapida

Queste sono soltanto alcune delle caratteristiche che vorrei integrare nel mio dispositivo ideale ma l’elenco continuerebbe ad oltranza.

Comunque utilizzare uno smartphone totalmente personalizzabile e sicuro è il sogno di molti ma ciò che più conta è quello di evitare che altri invadano la nostra privacy.

E voi che ne dite? Come volete il vostro dispositivo ideale? Per il resto nel Vlog pubblicato sopra, ovvero Lunedì 22 Novembre su Twitch e pubblicato anche su Rumble, mi sembra di essere stato abbastanza esauriente a riguardo.

Print Friendly, PDF & Email

Valentino Francesco Mannara LionheartV80 ©

Valentino Francesco Mannara LionheartV80 ©

Tecnico informatico, blogger, gamer nonché proprietario e amministratore del blog LionheartV80.com © - 2021 - tutti i diritti riservati. Amministratore e proprietario del blog NicePortugal.com ©

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: