Criptovalute, una realtà impossibile da ignorare. Consigli e video

Criptovalute, una realtà impossibile da ignorare. Consigli e video


Criptovalute ne esistono di vari tipi, tra questi l’ormai noto e famoso Bitcoin, eppure non è la sola valuta digitale da considerare.

La realtà delle criptovalute infatti è rappresentato da oltre 12.600 valute digitali… no no, non è uno scherzo, migliaia di criptovalute e che ognuna di essa ha caratteristiche diverse per valore e per tipo.

Ovviamente la stragrande maggioranza sono accomunate dalla tecnologia blockchain, ovvero un database per le transazioni finanziare pubbliche.

Ma perché risulta ormai così importante avere a che fare con le criptovalute?

Criptovalute, perché no? Approfondimenti

Il vocabolo criptovaluta o criptomoneta è l’italianizzazione del termine inglese cryptocurrency e si riferisce ad una rappresentazione digitale di valore basata sulla crittografia.

L’etimologia del vocabolo deriva dalla fusione di cryptography (“crittografia”) e currency (“valuta”): si tratta di una risorsa digitale paritaria e decentralizzata.

Le criptovalute (o criptomonete) utilizzano tecnologie di tipo peer-to-peer (p2p) su reti i cui nodi risultano costituiti da computer di utenti, situati potenzialmente in tutto il globo.

Su questi computer vengono eseguiti appositi programmi che svolgono funzioni di portamonete. Non c’è attualmente alcuna autorità centrale che le controlla.

Le transazioni ed il rilascio avvengono collettivamente in rete, pertanto non c’è una gestione di tipo “centralizzato”.

Queste proprietà, uniche nel loro genere, non possono essere esplicate dai sistemi di pagamento tradizionale.

Il controllo decentralizzato di ciascuna criptovaluta funziona attraverso una tecnologia di contabilità generalizzata (DLT), in genere una blockchain, che funge da database di transazioni finanziarie pubbliche.

Un sistema decentrato potrebbe essere più resistente ad attacchi informatici o a incidenti operativi rispetto a un sistema accentrato perché il primo continua a operare anche quando uno o più nodi smettono di funzionare.

Fonte: WIkipedia.

Purtroppo è ben noto alla maggioranza delle persone che quando si tratta di argomenti legati alla tecnologia mostrano purtroppo alle soglie del 2022 una forma di resistenza psicologica.

Eppure il mondo sta cambiando e le criptovalute sono ormai una realtà consolidata, nonostante la loro natura virtuale hanno un valore e vi sono milioni di transazioni sui vari siti di Exchange.

Se pensiamo che fino a poco tempo fa per tenere i propri capitali al sicuro si ricorreva a conti correnti offshore all’estero adesso le criptovalute risultano essere una migliore alternativa a riguardo e anche menno costosa e impegnativa.

Anche in relazione alle tasse in Italia per quanto riguarda le criptovalute è alquanto confusa a causa della volatilità del valore delle monete virtuali.

Le monete principali da considerare sono le seguenti:

  • Bitcoin (la più famosa)
  • Bitcoin Cash (BCH), frutto del fork sulla rete Bitcoin eseguito il 01 agosto 2017, che prevedeva l’aumento della dimensione dei blocchi da 1 a 8 MB rendendolo incompatibile con la blockchain del Bitcoin.
  • Cardano
  • Dash
  • Dogecoin
  • EOS, criptovaluta di tipo ethereum di un progetto di applicazioni decentrate
  • Ethereum (ETH), piattaforma decentralizzata del Web 3.0 rilasciata nel 2015, prevede l’esecuzione di smart contracts (una forma di “denaro digitale altamente programmabile) tramite la rete peer-to-peer. La potenza computazionale messa a disposizione sulla rete viene convertita nell’unità di conto denominata Ether.
  • IOTA, un token crittografico di nuova generazione, creato per essere lightweight e venire utilizzato nei pagamenti automatici che i dispositivi intelligenti effettueranno nell’Internet delle cose. IOTA è programmato in ternario e ha un tangle al posto di una blockchain, il che lo rende infinitamente scalabile e rimuove la necessità di avere costi di transazione.
  • Litecoin (LTC), che rispetto al Bitcoin elabora un blocco ogni 2.5 minuti (contro i 10 minuti del Bitcoin) e produce scrypt nell’esecuzione del proof-of-work.
  • Monero (XMR), criptovaluta che punta alla privacy degli utenti, non avendo una blockchain pubblica.
  • Neo, garantisce rendite passive a tutti i suoi possessori tramite la distribuzione gratuita di Token Gas. Inoltre Neo non presenta alcun costo di transazione. Attualmente (Maggio 2018) neo è nella top 10 delle criptovalute per capitalizzazione di mercato.
  • Ripple (XRP), criptovaluta decentralizzata nativa della piattaforma di pagamento RippleNet. RippleNet è stato creato nel 2012 per offrire alle banche e alle istituzioni finanziarie un sistema di regolamento lordo in tempo reale, consentendo transazioni finanziarie sicure e istantanee che possono abbracciare tutto il mondo. Il token XRP è stato creato all’interno di RippleNet come mezzo per fornire liquidità in tempo reale. RippleNet può anche elaborare le transazioni in modo estremamente rapido, gestendo circa 1 500 transazioni al secondo rispetto ai 7 al secondo di BTC. Per ogni transazione è prevista una microscopica fee (0.00001 XRP). “Gli XRP sono protetti da misure di sicurezza tali da evitare la duplicazione e la falsificazione attraverso funzioni di hash crittografico e meccanismi di convalida che tracciano la storia di ogni singolo conio digitale in modo da impedire frodi: lo scopo è di ridurre i rischi di operazioni speculative. Consente di inviare a ricevere Euro, Dollari, Yen oltre a XRP e Bitcoin”[17].
  • Stellar
  • Tezos
  • Waves, criptovaluta fulcro di un progetto che prevede un exchange monetario (sia di moneta FIAT che criptovalute) decentralizzato, ovvero basato sulla rete p2p. Dà ai suoi utenti la possibilità di creare token monetari senza alcuna nozione di programmazione e nel futuro è prevista l’introduzione degli smart contracts. Attualmente, tramite il protocollo Waves-NG, è la blockchain decentralizzata più veloce, potendo gestire 1000 transazioni al secondo contro le 7 al secondo del Bitcoin.
  • Zcash

(le descrizioni sopra sono sempre tratte da Wikipedia)

Come ottenere e scambiare le valute digitali

Di solito si ottengono grazie al processo di mining ma per fare questo occorrono macchine costose e con un consumo non indifferente di elettricità.

C’è comunque un’alternativa, ovvero quella di acquistare critpovalute sui maggiori exchange.

Gli exchange sono sostanzialmente dei mercati di cambiamonete, infatti permettono non solo lo scambio di valute digitali con quelle tradizionali (Euro, Dollaro, ecc.) ma permette anche di acquistarle ed effettuare una serie di investimenti o anche operazioni di trading.

Vi sono naturalmente diversi exchange ma i maggiori sono per lo più Coinbase e Binance.

Coinbase è il noto exchange di origine californiana e presenta una serie di caratteristiche, tra queste l’enorme semplicità di utilizzo della piattaforma.

Ma oltre a questo permette anche di guadagnare periodicamente della criptovalute gratuite a fronte di un piccolo test il cui è scopo è conoscere le singole valute digitali.

Si può acquistare critpovaluta con carta di credito o prepagata o anche bonifico bancario ed è possibile ordinare (pagando le relative spese di spedizione) la carta di debito Coinbase che rende possibile effettuare prelievi in contanti, oltre ad effettuare acquisti online e in tutti i negozi fisici.

Binance è un exchange orientato per lo più ai professionisti del settore degli investimenti, visto che coinvolge molto da vicino il trading, ovvero l’interscambio di valute digitali per ottenere un certo profitto a breve o lungo termine.

La versione desktop dell’app Binance per Windows con funzioi complete, trading compreso.

Binance permette anche un guadagno passivo da certe risorse e permette di ottenere una carta di debito VISA del tutto gratuita e le spese di spedizioni sono a carico dell’exchange.

Comprare criptovaluta è un sicuro investimento ma comporta anche lì una serie di raccomandazioni prima di cimentarsi in questo ramo.

E proprio su proprio su questo argomento approfondirò nei prossimi Vlog e l’articolo sarà aggiornato con l’ultimo Vlog pubblicato ogni Lunedì sul mio canale Twitch e poi su YouTube e Rumble.

Print Friendly, PDF & Email

Valentino Francesco Mannara LionheartV80 ©

Valentino Francesco Mannara LionheartV80 ©

Tecnico informatico, blogger, gamer nonché proprietario e amministratore del blog LionheartV80.com © - 2021 - tutti i diritti riservati. Amministratore e proprietario del blog NicePortugal.com ©

Un pensiero su “Criptovalute, una realtà impossibile da ignorare. Consigli e video

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: