Gennaio 7, 2020

Clamav e Immunet AntiVirus, sicurezza gratuita per Linux e Windows

By Valentino Francesco Mannara LionheartV80 ©

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Desidero iniziare il 2020 sul mio blog parlando di sicurezza informatica e lo faccio parlando proprio di Clamav (per Linux) e Immunet Antivirus (per Windows).

Clamav è un anvitirus molto conosciuto nell’ambito Linux, infatti è uno degli antivirus largamente impiegati specialmente per la sua efficacia e leggerezza.

Chiaramente nell’ambito commerciale risulta essere presente una moltitudine di prodotti per la sicurezza ma fino adesso nessuno ha approfondito riguardo questi due prodotti in particolar modo.

Era molto tempo che non parlavo di sicurezza informatica e parlando di questi due software renderà il compito molto più semplice all’utente medio.

Clamav e Immunet, cosa hanno in comune?

Clamav è già più popolare nell’ambito Open Source, eppure il progetto si è ulteriormente evoluto per l’ambito Windows.

Infatti Clamav e Immunet AntiVirus sono praticamente quasi la stessa cosa, visto che quest’ultimo si basa su di esso.

Infatti sul sito ufficiale di Clamav viene descritto così riguardo Immunet AntiVirus (tradotto in maniera approssimativa):

Immunet, basato su ClamAV, è una soluzione Anti-Virus (AV) desktop Windows completa e dotata di tutte le funzionalità che sfrutta la potenza delle avanzate tecniche di rilevamento basate su cloud e la forza del motore ClamAV testato nel tempo. 

Questa combinazione unica di tecnologie consente un approccio altamente efficace contro le minacce malware che sono oggi in rapida evoluzione.

Fonte

Caratteristiche

  • Rilevamento in tempo reale
  • Scansione pianificata
  • Scansione intelligente: scansioni intelligenti veloci e configurabili
  • Rilevamento personalizzato: utilizzo del linguaggio di firma ClamAV standard
  • Supporto avanzato per archivio e packer
  • Impronta del sistema veloce e leggera
  • Quarantena

Il filmato sopra mostra la semplicità e l’immediatezza di Immunet (che è prodotto dalla Cisco Systems) e può anche funzionare nella versione “portable”, quindi una comoda pendrive USB si rivela utile e lanciarlo su qualunque macchina Windows.

Dal sito ufficiale viene evidenziato che Immunet si basa sulla comunità con ben oltre due milioni di membri e più di 33 milioni di minacce rilevate.

Come funziona

Se parliamo di leggerezza Immunet è proprio tra questi, visto che pesa solo 10 MB e risulta essere quindi circa 35 volte estremamente più leggero di qualsiasi antivirus in commercio.

Immunet utilizza il cloud computing per mantenere lasicurezza sempre aggiornata contro i malware più recenti, inclusi virus, spyware, bot, worm, trojan e keylogger, quindi non saremo mai disturbati a scaricare gli aggiornamenti di rilevamento sul computer.

La sicurezza basata sulla comunità aiuta a rafforzare il rilevamento delle minacce per tutti gli utenti.

Pertanto, se Immunet rileva una minaccia sul sistema di un membro, l’attacco viene immediatamente bloccato dall’intera comunità.

Immunet offre una protezione dai malware velocissima che non rallenta il computer, infatti rimanendo connessi al cloud il livello di rilevamento sarà sempre efficiente.

Immunet è progettato per adattarsi facilmente alle nuove minacce con la sua esclusiva tecnologia di automazione delle firme.

Utilizzando un modello pull basato sui dati tramite Immunet Cloud si dispone di un circuito di feedback stretto che semplifica il processo di difesa contro minacce consolidate e quelle nuove.

Se possedete un computer con sistema Microsoft Windows risulterà quindi utile scaricarlo immediatamente a questo link e testarne l’efficacia.

Potete comunque valutare anche una versione a pagamento di Immunet Antivirus per un migliore servizio di assistenza.

Per le distribuzioni Linux

È chiaro che sebbene non si necessiti obbligatoriamente di un antivirus in ambito desktop sui sistemi Linux può comunque risultare utile avere Clamav installato per qualsiasi evenienza.

Da ricordare che Clamav è comunque disponibile anche per Mac e BSD.

Le istruzioni per l’installazione sono nell’area download a seconda del sistema che utilizzate e successivamente installare la sua interfaccia grafica ClamTk sul software center, oppure fate riferimento alla pagina di GitLab.

Ho comunque una raccomandazione da farvi, se avete bisogno di supporto per la scansione di file RAR compressi dovete prima abilitare l’archivio non libero, quindi potete installare il plug-in RAR andando a scaricare il pacchetto libclamunrar9 a questo link.

Infatti se provare a lanciare il comando “sudo apt install libclamunrar6” esso non funzionerà in quanto è obsoleto e funziona per Ubuntu 12.04, quindi è di parecchi anni fa.

È chiaro che la versione per Linux risulta più macchinosa a differenza della soluzione studiata per Windows ma questo non significa che sia meno efficace, per gli utenti alle prime armi si tratta solo di pratica.

Detto questo non mi resta che augurarvi un buon lavoro e una sicurezza migliorata per i vostri sistemi.

E per gli utenti neofiti che necessitano di assistenza desidero informarvi che è disponibile il nuovo contratto 2020 per ottenere il servizio di assistenza remota per i vostri PC a questo link o alla pagina di consulenza.

In alternativa potete richiedere informazioni al form qui sotto.

Please follow and like us:

  • 0
Print Friendly, PDF & Email

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •